Numero Pagina Numero Risultati per Pagina Tipo risultati Provincia Regione Tipo struttura ricettive Tipo struttura altre Categoria vacanza Tipologia informazione Order by Language Translation
innamorarsi dell'amerino
Amelia (TR)
Informazione fornita da: Il B&B di Montenero di Amelia

Giungendo nell'Amerino troverai l'Umbria che cercavi in un angolo del tuo cuore, l'Umbria più accogliente, l'Umbria da scoprire giorno per giorno con i suoi boschi, le sue colline e la sua storia millenaria. Lasciati cullare dai suoi ritmi che si rifanno alla natura e e dalle sue tradizioni gastronomiche golose. Amelia sorge su un colle che domina le valli del Tevere e della Nera, racchiusa in una cerchia di mura che la rendono nascosta e affascinante agli occhi dei visitatori. Il suo centro storico ha un tipico assetto medioevale, con le viuzze impervie, i palazzi , i giardini nascosti sui tetti delle case e le numerose chiese. E’ considerata la più antica città fondata dagli Umbri, da re Ameroe dal quale prese il nome di Ameria. Circondata dalle grandiose mura poligonali, divenne uno dei presidi romani di cui restano a testimonianza numerosi reperti conservati nel Museo Archeologico e nelle cisterne romane. Le Mura Poligonali sono composte da blocchi squadrati assemblati a secco. risalgono al VI_V sec.a.C.e circondano la città per una lunghezza di circa 720 m., hanno uno spessore di 3,5 m. Nel Museo Archeologico è custodita la statua bronzea del Germanico, alta due metri che raffigura Nerone Claudio Druso detto il Germanico. Nei dintorni di Amelia si possono visitare Il Convento della SS.Annunziata, in località Montenero, che conserva un pregevole Presepe permanente di Juan Marì Oliveira e offre la visita al Planetario. Porchiano con la chiesa di San Simeone, la S.S. Trinità e il Parco Mattia, piacevole luogo di ritrovo estivo con cene rustiche sotto gli alberi frondosi e balli campestri. Il Rio Grande raccoglie le acque dei torrenti circostanti e la sua area è destinata a passeggiate, percorsi ciclabili e della salute, da lì si raggiunge il Lago Vecchio ottenuto con lo sbarramento del Rio Grande mediante una diga medioevale Qualche chilometro in più e possiamo raggiungere Lugnano in Teverina che si adagia su di un colle ed è racchiuso da mura spaziate da torri. Lugnano possiede un gioiello dell’arte romanica “la Collegiata di Santa Maria Assunta”, con al suo interno opere di Livio Agresti, il trittico La Madonna col Bambino e Santi di Nicolò Alunno e una Crocifissione di scuola giottesca. Alviano si affaccia sulla valle del Tevere, è dominata dal poderoso Castello con pianta quadrata, costruito nel XV sec. All’interno del Castello si trovano la Cappella delle Rondini, Il Museo dei Capitani di Ventura . Nei pressi l’oasi di Alviano che è stata creata nel 1963 dal WWF nella zona creatasi in seguito allo sbarramento eseguito dall’Enel sul Tevere, formando a monte il bacino artificiale di Corbara e a valle questa oasi paludosa che è divenuta rifugio prezioso per uccelli migratori quali aironi bianchi e cenerini, pendolini, oche selvatiche, folaghe, falchi pescatori. Lungo le sue sponde si possono effettuare percorsi-natura, passeggiate in bicicletta e bird watching. Giove prende il nome da un tempio dedicato a Giove in epoca romana, si sviluppò nel medioevo intorno a Castel de Juvo, modificatosi poi nell’odierno Palazzo Ducale che venne ristrutturato nel ‘600 dal Maderno per volere del Duca Ciriaco Mattei. Le sale interne sono affrescate dal Domenichino. Intorno al castello si intrecciano le viuzze del Borgo Vecchio. Narni, splendido borgo medioevale, è ricca di testimonianze storiche e archeologiche , tappe obbligate sono il Palazzo comunale e quello vescovile, che custodiscono la maestosa pala con l’Incoronazione della Vergine di Domenico Ghirlandaio e la raffinata tavola con l’Annunciazione di Benozzo Bozzoli. A pochi chilometri dal borgo, situata in posizione panoramica che domina le valli della Vergine di Domenico Ghirlandaio e la raffinata tavola con l’Annunciazione di Benozzo Bozzoli. A pochi chilometri dal borgo, situata in posizione panoramica che domina le valli sottostanti, troviamo la Rocca d’Albornoz. Narni nasconde anche una bellezza segreta, la Narni Sotterranea, recentemente restaurata e in continua evoluzione di nuovi ritrovamenti Todi, protetta da due cerchie murarie e adagiata sopra un colle, appare come una rocca inespugnabile. Vale la pena inerpicarsi per le strette viuzze del centro storico per scoprire le sue bellezze, la maggior parte delle quali sono concentrate nella centrale Piazza del Popolo. Sangemini è un rinomato centro termale e possiede un centro storico che si aggrega su un’altura nel sito dell’insediamento romano. Il fulcro di questo borgo medioevale è la Piazza di Palazzo Vecchio con il duecentesco Palazzo Pubblico con la torre ricostruita nel 700’. Da vedere la chiesa di S. Francesco e quella di S. Giovanni Battista con il portale decorato da mosaici ed intarsi A 3 Km da San Gemini si trova l’area archeologica di Carsulae, nucleo abitativo romano formatosi nel III sec a.C., dopo l’apertura della Flaminia, la città ebbe un’organica pianificazione urbanistica solo in età augustea. L’interesse di Carsulae deriva soprattutto dalla sostanziale integrità delle strutture principali, non alterate da sovrapposizioni posteriori. In mezzo a boschi di castagni , colline e ampie distese di seminativo si può percorrere l’itinerario dei borghi sorti come avamposti del Corridoio bizantino, che permetteva di collegare Roma con l’Adriatico in alternativa alla via Flaminia posta sotto il dominio Longobardo Per citarne alcuni: Bomarzo con Il Parco dei Mostri, Collicello, Castel dell’Aquila,Avigliano Umbro, Santa Restituta, Toscolano.Dunnarobba con la straordinaria Foresta Fossile, Montecastrilli, Melezzole, Farnetta, Castel Todino, Quadrelli eccetera. A circa 25 Km. da Amelia si possono visitare le imponenti CASCATE DELLE MARMORE,ideate nel 271 a.C. dal console Manlio Curio Dentato per bonificare la piana reatina, essa rappresenta uno degli spettacoli naturali più entusiasmanti, l’acqua precipita da 160 m. dividendosi in tre salti. Gli sport praticati in quest’area sono prevalentemente acquatici rafting, canottaggio, hidrospeed e il torrentismo.