Numero Pagina Numero Risultati per Pagina Tipo risultati Provincia Regione Tipo struttura ricettive Tipo struttura altre Categoria vacanza Tipologia informazione Order by Language Translation
numana riviera del conero e il parco del conero
Numana (AN)
Informazione fornita da: _RIVIERA del CONERO Numana AN di Numana

In piazza si erge l’ex Palazzo Vescovile nel quale ora trova collocazione il Municipio. Di fronte c’è la chiesa del Crocifisso. A Numana vi sono alcuni luoghi ove gli aspetti naturali e quelli storici si fondono assieme dando origine ad un’idea che diventa simbolo.
Il porto di Numana, sorto nel 1970, è il più bel porto turistico dell’Adriatico centrale. Situato tra la spiaggia di marina alta e bassa, il porto racchiude uno specchio d’acqua di circa 5.000 metri quadrati e dà rifugio a circa 800 barche.

Il Parco Naturale Regionale del Conero, istituito nel 1987, è un'oasi ambientale nata attorno al monte Conero in provincia di Ancona. Il monte Conero è l’unico rilievo (572 metri) a picco sul mare da Trieste al Gargano, in simbiosi con le città di Ancona e Camerano e con i centri turistici balneari di Sirolo e di Numana. Il monte Conero prende il nome da un suo antico prodotto, il Komaròs, per gli antichi greci, il "ciliegio marino" o Corbezzolo per noi. Il corbezzolo è un arbusto tipico della macchia Mediterranea. Il Parco regionale del Conero è gestito solo dal 1991; ha una superficie di 6.011 ettari. Il parco comprende quel tratto di costa nord che dal Passetto va al Trave, prosegue con la baia di Portonovo, quindi il Monte Conero e le colline interne, e giunge sino alla costa sud che va da Sirolo a Marcelli di Numana sino a terminare lungo la pianura del fiume Musone. Diverse le antiche testimonianze d'arte, cultura e storia che il Parco del Conero ospita nel suo ambiente incontaminato, come Santa Maria di Portonovo, San Pietro al Conero, Antiquarium sulla civiltà picena a Numana e la Torre di Guardia. I confini dell'area protetta comprendono, però, anche altri settori circostanti, la cui presenza contribuisce alla creazione di un insieme di ambienti e paesaggi, naturali ed umani, di grande varietà ed interesse. Nel parco è possibile passeggiare nei 18 sentieri che si snodano fra i boschi, da soli o accompagnati da guide esperte.